About the Artist:

Biography:



Alessandro Gambetti è nato a Vicchio del Mugello (Fi) nel 1959. Si è diplomato nel 1977 presso il Liceo Artistico di Firenze e successivamente nel 1983 consegue il Diploma di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze.
Dal 1999 è docente di ruolo di “arte e immagine” presso la scuola media statale “San bernardino”da Siena (Si).
Nello stesso anno l’immagine di un suo dipinto viene scelto da un’agenzia di Amburgo (Germania) per una importante campagna pubblicitaria.
Nel 2001 è stato nominato accademico associato dell’Accademia Internazionale “Greci Marino” (Accademia del Verbano di Lettere, Arti e Scienze, con sede a Vinzaglio, Novara).
Ha partecipato a diverse manifestazioni artistiche collettive fra cui “Arte Padova” a Padova, “Cromaticos” (rassegna di pittura nel  Castello Estense di Ferrara ),   All’Art-expo  di  New York (USA), e più recentemente, alla rassegna “Firenze Arte”,Galleria la Pergola di Firenze, artista finalista alla settima edizione del “Premio Nazionale di Pittura e scultura Città di Novara” a Novara, alla prima edizione della Biennale di Arte Contemporanea “Riflessi Opposti”- ex Chiesa di San Carlo dei Barnabiti a Firenze e organizzato alcune mostre personali a Firenze , Siena, e provincia,  ricevendo molti apprezzamenti  da parte della critica e del pubblico.
Numerosi i siti internet italiani ed esteri dove è presente con le sue opere fra i quali ultimamente, l’ invito  ad essere inserito nella galleria virtuale  Saatchi Gallery di  arte contemporanea a Londra,  e l'invito ad esporre le sue opere presso la galleria” Ico gallery” a Chelsea , New York.
Diverse sue opere, sia pittoriche che grafiche, si trovano in collezioni private in Italia e all’estero.
Attualmente  i suoi lavori sono caratterizzati dallo studio della figura umana vista nelle sue innumerevoli varianti (ironica, allegorica, simbolica, deformata, surreale), dallo studio della percezione visiva e di come un’immagine apparentemente bidimensionale possa essere vista in tre dimensioni, e nell’utilizzo delle nuove tecniche di manipolazione digitale come la computer grafica che, attraverso la creatività e la conoscenza del mezzo tecnico, si fondono insieme in una continua ricerca e in una nuova estetica di sviluppo dell’immagine.
Critica- “Di terra,di aria, di acqua,di fuoco”- Franco Campoli
L’immaginario   di   Gambetti    si  articola da  diversi anni  in una dimensione di strutturalità   neo-figurativa. 
La  sua  ricerca si è sviluppata durante quindici anni di   creazione   artistica,  da una figurazione espressiva fortemente influenzata dall’arte primitiva (in particolare di quella africana),   e   successivamente ,  a  una   interpretazione   più   libera e personale, dettata negli ultimi tempi dalla scoperta dei nuovi linguaggi della “computer grafica ” che hanno rivoluzionato profondamente il modo di fare arte ,in una continua ricerca  e una nuova estetica di sviluppo di una immagine.
L’artista  ultimamente, ama   affidarsi a rielaborare graficamente , soggetti già appartenenti al suo  retaggio culturale ,  realizzando   una  sorta  di  teatro della memoria,  che conduce a una gestualità evocatrice risultante intrinsecamente enigmatica, e allo stesso tempo, affascinante.
Oltre  all’originalità  del  soggetto  contribuisce  non poco la visione “grafica” che Gambetti  ha  sviluppato nel tempo, utilizzando nei suoi lavori e nelle più recenti “rielaborazioni grafiche” e “fotopitture digitali “, dei formati che esaltano la descrizione, dando ulteriore spazio ad un universo variegato di figure, di deformazioni di simboli e allegorie, in cui si fondono due tematiche lontanissime eppure allo stesso tempo vicine, della grande tradizione della pittura del Rinascimento italiano, a quella più vicina , dell’arte  moderna e contemporanea.
Avvertiamo che particolare attenzione è stata rivolta a  H.Bosch, Peter Bruegel, Leonardo da Vinci, M..C Escher , Andy  Warhol, Max Ernst, Renè Magritte,Giorgio de Chirico, Storm Thorgerson, H.R.Giger, artisti lontanissimi fra di loro, ma accomunati da una grande libertà creativa., da cui filtra  intatto il senso misterioso della vita e delle cose.
In questo variegato mondo pittorico Gambetti cerca di dare un ordine, una collocazione, applicando una teoria interpretativa nella quale sono contenuti e uniti, contemporaneamente, l’uomo e la natura.
Questa teoria,  che viene applicata con forti e suggestivi effetti cromatici,si basa sui quattro principi elementari,i quali secondo gli antichi, “terra, aria, acqua, fuoco”, erano i principi ordinatori, piuttosto che forze fisiche, testimoni della sostanza intima della vita nel ciclo della continua evoluzione. 
Coerentemente a quanto enunciato sono stati realizzati dei lavori che sono delle mutazioni, delle metamorfosi ( e dei rispecchiamenti) di volti umani nei quattro elementi fondamentali. E’ interessante e significativo il formato di alcuni di questi lavori. Sono sequenze contenute in lunghi rettangoli, vere e proprie predelle moderne. Come le predelle classiche sostenevano, nelle chiese, il polittico e le pale d’altare, qui tali “predelle” hanno la vocazione di sostenere e di essere fondative (con il loro significato simbolico) di un laico senso della vita e della natura.
Tra questi lavori trovo interessante e suggestiva la “predella” dedicata all’elemento terra. Ma vi sono anche degli aspetti inquietanti nel volto bozzolo che lascia dischiudere la farfalla: si vuole, forse, comunicare che il cammino dell’uomo verso la natura (o il rispecchiamento della natura nell’uomo) contiene, anche, in sé degli aspetti oscuri ed inprevedibili.
La pittura del Gambetti, legata al filo conduttore dei quattro principi elementari, esprime la forza vitale, l’energia creativa del fare pittorico che non è  mera imitazione della natura, ma diventa una personale e originale interpretazione di essa. Si può, senz’altro, affermare che è pittore curioso, sensibile ed in continua evoluzione.

Alessandro Gambetti “Rivelazioni”

La mia ricerca artistica in questi ultimi due anni è stata rivolta verso i nuovi linguaggi artistici del nostro tempo, soprattutto dalla cosiddetta “computer grafica” che ha influenzato notevolmente il mio lavoro.
Il mio interesse verso la figura umana, vista in chiave simbolica, allegorica, surreale,deformata, ironica, e lo studio della percezione visiva ,mi ha portato a realizzare nelle mie ultime opere una serie di lavori che hanno come caratteristica principale quella di poter essere viste in tre dimensioni, come uno stereogramma.
La nostra esistenza si svolge in uno spazio, come è noto, a tre dimensioni ,davanti, dietro, vicino e lontano, sono concetti di facile comprensione. Le rappresentazioni immaginarie sono e rimangono a due dimensioni, sia che siano stampate su carta, sia che siano rappresentate sullo schermo di un computer. E’ possibile allora, vedere come tridimensionali immagini che nella realtà hanno solo due dimensioni, come una fotografia od un disegno?  Se si riesce ad ingannare il cervello, si, ed è quanto succede con gli stereogrammi.
Per “stereogrammi”  si  intende  una immagine  bidimensionale  che guardata attentamente, riesce a raffigurare un’altra immagine tridimensionale apparentemente nascosta.
Per  capire  di che cosa si tratta, si deve prima di tutto sapere come si guarda in maniera corretta uno stereogramma.
E’ molto probabile che già dopo pochi secondi, forse addirittura anche senza indicazioni preliminari, siate in grado di riconoscere l’immagine tridimensionale.
Può anche essere che dobbiate faticare diversi minuti prima di riuscire ad apprendere la giusta “tecnica “di visione.
La tecnica consiste nel porsi a circa 50 centimetri dalla figura e guardare l’immagine sforzandosi di non metterla a fuoco ma,all’opposto, lasciando che il fuoco vada all’ infinito.
Ciò che noteremo sarà che rapidamente gli oggetti rappresentati sembreranno come sdoppiati ed il loro contorno sarà poco chiaro, poi si creerà una nuova immagine: sembrerà sospesa nel vuoto e la vedremo tridimensionale.
Resteremo stupiti e meravigliati dalla profondità e dalla nitidezza dell’immagine che si è sviluppata  sotto i nostri occhi.
Lo stesso effetto è reso possibile  in  alcune delle mie immagini ,studiate proprio per questo scopo ,perchè viene sfruttato il meccanismo  binoculare  dell'uomo per produrre un effetto  spaziale  partendo da  una  immagine bidimensionale (che rappresenta una sequenza dello stesso soggetto ripetuta più volte), arrivando a una visione tridimensionale dell'immagine.  Questo effetto è reso in modo più visibile se guardiamo una riproduzione dell'opera in piccolo  formato, stampata su un foglio, o attraverso lo schermo di un computer.
Attraverso questa tecnica, ho cercato di valorizzare a livello ottico la realizzazione dei miei lavori,proponendo un insegnamento pratico sul come guardare “oltre”.
Critica di Michael Musone (Galleria la Pergola Arte Firenze)
Elaboratore di immagini che la sua ricerca compone magistralmente.
Operatore artistico dotato di sensibilità che immette nelle sue opere di grande fascino ed inventiva.
Maestro d'arte,insegnante,i suoi compiuti risentono della forza di un'ottima preparazione,che esplode nel comporre le sue opere d'arte.Gambetti,toscano,Maestro di sicura armonia,inserito nel contesto unico della sua città,ne fa un grande esecutore.
Critica della Dott.ssa Sofia Pettinelli (Cott'Art magazine)
Quasi come il suo interesse fosse un modulo che viene replicato,l'artista costruisce la sua opera attraverso la raffigurazione di una vera e propria metamorfosi; ma è chiaro che l'interesse dell'autore non è il modulo in sé,infatti esso è solo un mezzo,quanto l'evoluzione del soggetto che analizza in tutte le sue fasi e che porta alla metamorfosi finale. Il processo di un corpo da un'altro è completamente sotto i nostri occhi quando osserviamo “L'enigma del pesce”, ma lo è molto meno quando ci poniamo di fronte a “Tre”: qui,nella successione che ricorda quella dei fotogrammi di una pellicola cinematografica,il corpo femminile si va definendo sotto il nostro sguardo e,anche se la nascita non è completa,sappiamo che nel ripetersi dell'immagine ci sarà la compiutezza dell'opera.
Partecipazioni a mostre di pittura:
1998-Firenze ,Mostra personale di pittura“Di terra,di aria,di acqua,di fuoco” Galleria Parterre Firenze;
1998-Certaldo- Mostra collettiva di scultura e pittura“Arte in Palazzo Giannozzi” Palazzo Giannozzi,con il patrocinio del Comune di Certaldo;
1998- Monteriggioni- Mostra collettiva di incisioni “Colori e segni nelle antiche mura” Castello di Monteriggioni;
1998- Castelfiorentino  -Mostra collettiva “Mondi paralleli”  Galleria  Ridotto  del  teatro del  popolo , con il patrocinio del Comune di Castelfiorentino assessorato alla cultura;
1999-Certaldo-Premio Italia per le arti visive, XIV edizionePalazzo Pretorio, Comune di Certaldo assessorato Alla cultura; 1999-Monteriggioni-Mostra collettiva di pittura “Segni di fine secolo” Castello di Monteriggioni;
1999-Certaldo-Mostra collettiva di scultura e pittura“Arte in Palazzo Giannozzi” seconda edizione Palazzo Giannozzi,con il patrocinio  del Comune di Certaldo, assessorato alla cultura.;
1999-Firenze, XVII concorso Premio Firenze per le arti visive,promosso ed organizzato dal Centro culturale “Mario Conti” di Firenze;
1999- Venturina,X° edizione di “Etruria Arte”,fiera internazionale d’arte Contemporanea a Venturina;
1999-Padova, X° edizione di Arte Padova, fiera internazionale d’arte contemporanea ( Galleria Alba-Ferrara);
2000 -  Capraia e Limite, mostra collettiva di scultura e  pittura “Aria Acqua Terra Fuoco ”  Ex fornace Pasquinucci con il patrocinio del Comune di Capraia e limite;
2000 -   New York,  Artexpo New York 2000, fiera internazionale d’arte contemporanea Allo Javits Convention Center a new York, ( Galleria Alba- Ferrara);
2000-Ferrara, rassegna “Cromaticos” Castello Estense- Sale dell’imbarcadero, Ferrara:
2000- Massarosa, rassegna di pittura “Città di Massarosa” Centro espositivo Villa Gori-Stiava- Massarosa, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura comune di Massarosa;
2001-Bologna, “Festival del miniquadro e della piccola scultura”- Bologna, Spazio Arte Internazionale;
2002- Siena, mostra personale di pittura “Opere/ Works”- Libreria Arte e libri Siena;
2002- Castellina in Chianti, mostra personale di pittura e grafica “Nel cielo e nelle altre cose mute”Sala del capitano, Rocca di Castellina in Chianti;
2002- Carrara , 1° premio di pittura di piccolo formato “Città dei marmi”, Centro espositivo delle Erbe, con il patrocinio dell’Assessorato alla cultura Comune di Carrara;
2003- Buonconvento, mostra personale di pittura e grafica “Opere 1993-2003”,Saletta delle Colonne, Buonconvento (Siena);
2003- Monteriggioni, mostra personale di pittura e grafica “Guerrieri”- Castello di Monteriggioni;
2005- Castellina in Chianti, mostra personale di pittura e grafica “Terra, Aria, Acqua, Fuoco”, Sala del Capitano, Rocca di Castellina in Chianti;
2007- Firenze, collettiva di pittura “Firenze Arte”-Rassegna d’estate-galleria della Pergola di Firenze, organizzato dall’associazione culturale la Pergola Arte;
2007-Monteriggioni, collettiva di grafica e pittura “Terra e Fuoco” -Castello di Monteriggioni ;
2007- Novara, finalista nella settima edizione del “Premio Nazionale di Pittura e Scultura Città di Novara” -Salone Arengo del Palazzo Broletto di Novara- con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività culturali –regione Piemonte- Provincia di Novara.;
2007- Firenze, prima edizione Della Biennale Di Arte Contemporanea “Riflessi Opposti”- ex Chiesa di San Carlo dei Barnabiti a Firenze, organizzata dall’associazione culturale Sardi di Toscana –ACSIT;
2008- Bologna-,Murri Public Art-edizione 2008, partecipazione al concorso d'arte internazionale per spazi urbani bandito dalla Cooperativa Murri di Bologna;
2008- Nova Siri ( Matera) , “Arte sud”- rassegna internazionale di arti visive digitali sul tema “Acqua ,Aria,Fuoco e Terra”- XI° edizione del Sirifestival a Nova Siri (Matera), con il patrocinio della regione Basilicata, Provincia di Matera, Comune di Nova Siri.;
2008- Monteronid'Arbia (Siena), “Artisti in val d'Arbia”, rassegna di pittura,scultura e grafica -ex Tabaccaia - con il patrocinio del Comune di di Monteroni d'Arbia;
2008- Capalbio (Grosseto), prima rassegna internazionale d'arte contemporanea Premio “Arte e Artisti di Terra d'Italia”-omaggio a Luciano Pavarotti- Castello di Capalbio (Grosseto)-( vincitore del 2° premio di pittura);
Partecipazione a concorsi e premi d'arte
2008-Roma - partecipazione al concorso Premio Terna 01-”trasmettere energia: una metafora contemporanea” ,finalizzato alla promozione dell'arte contemporanea in Italia.
2008-Associazione Nazionale città del Vino Castelnuovo Berardenga (Siena)- partecipazione al concorso per la realizzazione di un manifesto che rappresenterà l'Associazione per l'anno 2009
2008-Cecina (Livorno)-partecipazione al premio nazionale di letteratura,poesia, pittura,scultura e grafica inserito nella 6° manifestazione “Cecina in festa”(Premiato con una menzione speciale)
Opere pubblicate su cataloghi e sul web
1999-Premio Italia per le arti visive, XVI edizione, catalogo Eco d'arte moderna  (il Candelaio edizioni-Firenze-pag.28);
1999-XVI premio Firenze-sezione arti visive- (sesta edizione) catalogo Eco d'arte moderna- (pag.22);
1999-Etruria Arte-10° mostra mercato di arte contemporanea Venturina (Livorno)-catalogo Lalli editore-(pag,148);
1999-Agenzia Pubblcitaria EA.b- Ernst A. Bollman-Nordersted (Germania)- Cliente: LAH Lohmann animal healt- (poster,calendario e locandina);
2000-Europa in arte-Catalogo internazionale di arte contemporanea-ed 2000 -Ecom edizioni- (pag.176-177);
2000-Dizionario Enciclopedico internazionale d'arte contemporanea 2000/2001-casa editrice Alba (pag.480);
2001- Cdrom multimediale “Vivere in val d'Orcia”-progetto didattico ideato e realizzato dal Prof.Perinti Alessandro ( Copertina e interno CD);
2002-Annuario Toscano Dell'Arte 2002- a cura di FabrizioBorghini- Edizioni Polistampa (pag.49);
2004- Personal  web  gallery  ( di terra, di aria, di  acqua, di  fuoco )  -realizzazione grafica di Marcello Gambetti.MWM (Merlin Web Master);    
2007-Riflessi Opposti-catalogo della prima edizione della Biennale d'ArteContemporanea-Firenze-Dicembre 2007-(pag.18-19);
2007-Catalogo del Settimo Premio Nazionale di Pittura e Scultura Città di Novara-6-21 Ottobre 2007- (pag.53);
2007- La Pergola Arte Firenze-artisti 2007-catalogo dell'associazione culturale -Galleria la Pergola Arte-Firenze-(pag.120-121);
2007– inserimento pagina web (artisti digitali
2007 - inserimento pagina web (arte digitale);   
2007 - associazione culturale, inserimento pagina web (cat.pittori
2007- -inserimento  pagina  web  - community  americana  di arte contemporanea, , illustratori, arte digitale fotografia,ecc2007- -inserimento  community  d'arte  americana  associata  alla scuola internazionale di design -Academy of Design & Technology-IADT
2007- -    inserimento  pagina  web  nella  galleri a virtuale  d'arte  contemporanea  di  Londra;
2007- -inserimento pagina web nella galleria virtuale (cat pittura2007- -inserimento pagina web-international art network-Berlino
2008- -inserimento pagina web nella galleria virtuale di arte contemporanea;
2008-catalogo della Prima Rassegna Internazionale d'Arte Contemporanea“Arte e Artisti di Terra d'Italia-Omaggio a Luciano Pavarotti ”Capalbio-24/27 Aprile 2008- organizzata da Equitazione & ambiente- Cott'Art Magazine (pag.14-15);
2008-– inserimento pagina web nella galleria virtuale di arte contemporanea; 2008- -inserimento pagina web nel network internazionale di arte contemporanea con sede a Dusseldorf
(Germany).
2008- e-bay-sito web (Galleria Pisarro)-galleria virtuale di vendita su e-bay  di diversi artisti contemporanei.
2008-– inserimento pagina web del network internazionale di arte contemporanea.
2008- -inserimento pagina web nella galleria virtuale del sito internazionale di arte contemporanea