rozwiń menu >

Jerzy Duda Gracz - quadri dell'artista (dipinti: 26)

EUR EUR

Tipo di vista:

  • image
  • image
Jerzy Duda Gracz è uno dei più importanti pittori e disegnatori del XX secolo. I suoi quadri sono caratterizzati da una rappresentazione grottesca, riempiti di elementi naturalistici e addirittura antiestetici. La sua pittura oscilla tra simbolismo e surrealismo, i personaggi presentati nei quadri sono fortemente deformati. I temi delle pitture di Jerzy Duda Gracz sono: tragicità del mondo e dell’esistenza umana, ipocrisia sociale, cattiveria e intolleranza, esprimono inoltre la sua avversione verso il culto del denaro e l’accettazione senza riflessione di tutti i modelli americani. L’artista è nato nel 1941 a Częstochowa e morto nel 2004 a Łagów. Ha completato gli studi alla Facoltà di Grafica presso L’Accademia delle Belle Arti (ASP) di Cracovia. Ha lavorato come professore nella filiale di ASP di Katowice e nell’Accademia Europea delle Arti di Varsavia. Ha inoltre lavorato come scenografo ed insegnante, fino alla fine della vita ha esercitato come professore presso Uniwersytet Śląski di Katowice. Le sue opere più famose sono: „Vigilia” [„Wigilia”], „I Cavalieri dell’Apocalisse ovvero Lavoretto” [„Jeźdźcy Apokalipsy czyli Fucha”], “In memoria del padre” [„Pamięci ojca”] e “Calendario polacco” [„Kalendarz polski”]. Disegnava spesso ritratti ed autoritratti, è inoltre autore di alcune famose serie artistiche, tra cui i 313 quadri dedicati al suo compositore preferito, Fryderyk Chopin. L’artista classificava in modo dettagliato le sue opere – ogni quadro ha infatti numero e data, ed è pertanto difficile falsificarli. Duda-Gracz ha ricevuto numerosi premi importanti, tra i quali: Srebrny Medal Solidarności Globalnej, Medal „Polonia”, Krzyż Wielki, Krzyż Komandorski, Krzyż Kawalerski Orderu Odrodzenia Polski e Odznaka Zasłużonych Działaczy Kultury.
(dipinti: 26)