Informationen über den Künstler:

Biographie:

   
Enrico Nicodemo, in arte Demo’nasce in un piccolissimo paese a Sicilì, in provincia di Salerno il 12/12/1966, ma vive a Milano.Ha realizzato molte opere, parecchie acquistate da privati e/o da Gallerie.Diverse le sue mostre, sia in Italia che all’estero.La pittura è stata la sua prima passione, fin da giovanissimo si è dedicato all’arte,sperimentando costantemente le varie tecniche pittoriche.Preferisce la pittura ad olio con spatola che alterna talvolta con colori acrilici.Amante della musica, di tutta la musica, ma di quella classica in particolare,suona il pianoforte,la chitarra e compone brani musicali con gli amici.La musica è per lui motivo di ispirazione per la creazione pittorica e viceversa.Amante dell’aria e della luce, usa diverse forme espressive che spaziano da forme realistiche per arrivare a un segno forte, talvolta violento, ed infine ad un rigoroso controllo formale in cui il sentimento diventa simbolo.Il suo segno ha una straordinaria potenza.In lui c’è una prorompente carica intellettuale sempre pronta ad esprimersi; la sua pittura fa trasparire stati d’animo, momenti della vita di tutti i giorni, pensieri, fantasie.Nei suoi quadri “si nasconde” un’emozione; per l’artista è importante riuscire a condurre la mente al di là di ciò che gli occhi vedono; sa raccontarci la propria gioia di vivere, il suo amore per il mondo.Il critico d’Arte Andrea Dipré ha così scritto: Entrare nell’impero dell’immaginario potrebbe significare accedere al regno della seduzione, la cui forza irresistibile e frenetica è il mezzo attraverso il quale la visione ci parla.L’inaccessibile, l’interminabile, l’illogico e l’inaspettato sono le condizioni create dalla passione dell’immagine.Quando parliamo di pittura-pittura, ovvero di atto totale e supremo di dedizione al visibile, spesso ci poniamo proprio di fronte al caso dell’immagine, ma non per ridurla alle dimensioni del mondo, al contrario, per convertire l’universo ll’estensione dell’immaginario.Enrico Nicodemo DEMO’ opera da molto tempo in questa direzione attraverso un lavoro visionario, ricco di immagini e di segni, illuminato da un’ispirazione impetuosa tra attività onirica e comportamento controllato.Il suo operato ha sempre un senso e una lettura globale, per questo potrebbe essere difficile astrarne un esempio rappresentativo: ogni suo ciclo artistico, sempre efficace, ha permesso lo scaturirsi del successivo.Nell’opera di questo preveggente e inconfondibile artista emergono chiari i segni ell’inconscio: nelle rapide spatolate o nei tratti calligrafici di molti fondi che tanto ricordano la scrittura automatica bretoniana, in alcune forme fantastiche o in alcuni soggetti morfologicamente riconoscibili ma ubicati in contesti a-reali.Una sorta di trasgressione contro la lingua della convenzione, della tradizione e dell’abitudine.Opere, quelle di DEMO’, dalle mille sorprese, ma dalle forme semplici e sintetiche, dettate dalla compenetrazione reciproca tra impressioni esteriori e esperienze interiori. L’arte, in tutte le sue forme, rappresenta un qualcosa che é difficile da poter definire!Qualcosa di sottile che vien fuori dal profondo dell’anima…sensazioni che annullano tutto cio’ che ti circonda!L’ispirazione é un momento magico…mi sembra di vivere in un altro mondo, dove esiste solo la nuda tela e un’immensita’di colori che devono mescolarsi tra di loro.E’ in questo mondo, dove trovo la mia pace e dove appago la mia anima…Demo’